logo
Azienda Agricola
"La Valle"
logo

Agricoltura Biologica

L'agricoltura biologica è un metodo di produzione definito e disciplinato a livello comunitario dal Regolamento CE 834/07, e dal Regolamento di applicazione CE 889/08, e a livello nazionale dal D.M. 220/95

In agricoltura biologica non si utilizzano sostanze chimiche di sintesi (concimi, diserbanti, anticrittogamici, insetticidi, pesticidi in genere), nè Organismi Geneticamente Modificati (OGM). 

Alla difesa delle colture si provvede innanzitutto in via preventiva, selezionando specie resistenti alle malattie e intervenendo con tecniche di coltivazione appropriate come, per esempio:

• la rotazione delle colture, si evita di coltivare per più stagioni consecutive sullo stesso terreno la stessa pianta. In questo modo, da un lato si impedisce ai parassiti di trovare l'ambiente favorevole al loro proliferare, e dall'altro si utilizzano in modo più razionale e meno intensivo le sostanze nutrienti del terreno;
• la piantumazione di siepi ed alberi, che ricreano il paesaggio, danno ospitalità ai predatori naturali dei parassiti e fungono da barriera fisica a possibili inquinamenti esterni;
• la consociazione, che consiste nel coltivare contemporaneamente piante diverse, l'una sgradita ai parassiti dell'altra.

In agricoltura biologica si usano fertilizzanti naturali come il letame ed altre sostanze organiche compostate (sfalci, ecc.) e sovesci, ossia si incorporano nel terreno piante appositamente seminate, come trifoglio o senape.

In caso di necessità, per la difesa delle colture si interviene con sostanze naturali vegetali, animali o minerali: estratti di piante, insetti utili che predano i parassiti, farina di roccia o minerali naturali per correggere struttura e caratteristiche chimiche del terreno e per difendere le coltivazioni dalle crittogame.

Qualora fosse necessario intervenire per la difesa delle coltivazioni da parassiti e altre avversità, l’agricoltore può fare ricorso esclusivamente alle sostanze di origine naturale espressamente autorizzate e dettagliate dal Regolamento europeo (con il criterio della cosiddetta “lista positiva”).


   La nosta azienda ha origine negli anno '50 quando Michelangelo Principato decide di concludere la sua esperienza da emigrato in Australia e di tornare a San Pietro di caridà, il suo paese di natale. Investe i suoi guadagni acquistando alcuni ettari di terreno in località "Valle" ed apporta alla proprietà nuove qualità di ulivi e agrumi migliorando ulteriormente i raccolti e, nel contempo, inizia un modesto allevamento zootenico.
Da alcuni anni l'azienda è condotta, con competenza e pieno rispetto dell'ambiente, dal figlio Gregorio che, tra le tante innovazioni, ha avviato un cospiquo allevamento apicolo che gli consente un'ottima produzione di miele di arancio, acacia, corbezzolo e castagno. Tutte piante che crescono rigogliose in questo bellissimo lembo di terra di Calabria.
   L'uliveto e il nostro Olio
La particolare qualità del nostro olio è data dalla sapiente unione delle olive di diverse qualità presenti nella nostra azienda.
L'utilizzo di tecniche di raccolta, spremitura e stoccaggio tradicionali consente di offrire ai nostri clienti un prodotto genuino e dagli intensi sapori. 
   L'Agrumeto
Appena entrati nella nostra azienda si ha l'occasione di ammirare l'agrumeto che colora e profuma l'intera azienda.
Popolato di piante di diversa qualità fornisce arance idonee ad essere gustate a tavola o perfette per relizzare delle rinfrescanti e salutari spremute. Sparse per l'agrumeto si trovano anche diverse piante di mandarini, pompelmi e limoni che arricchiscono ulteriormente la coltura biologica dell'azienda.
   Le Api
L'azienda La Valle è il luogo ideale per l'apicoltura. La totale assenza di fertilizzanti e prodotti chimici favorisce il proliferare delle Api che producono pertanto un miele di altissima qualità. La loro presenza, inltre, favorisce l'impollinazione delle piante aiutando il ciclo produttivo e favorendo  colture abbondanti e completamente biologiche. 
www.aziendaagricolalavalle.it © 2010 • By SBK